Il legislatore, sul presupposto della temporaneità (invero prolungata) dell'emergenza epidemiologica, ha introdotto rilevanti deroghe rispetto a fondamentali principi che informano la redazione del bilancio al fine di evitare che l'applicazione dei criteri “ordinari” acuisca gli effetti negativi dell'evento pandemico con ciò, in parte, giungendo a determinare un cambiamento nella natura stessa del bilancio d'esercizio.



Il contenuto integrale è riservato solo agli utenti abbonati che hanno effettuato la Login.

Accedi

oppure

Abbonati



Chiudi

Gentile Cliente,

per problemi generalizzati sull'infrastruttura di rete del nostro fornitore, si riscontrano malfunzionamenti sui nostri siti web.

 

Ci scusiamo per il disagio.

Giuffrè Francis Lefebvre