SOMMARIO
  • Caso pratico
  • Spiegazioni e conclusioni
  • Normativa
  • Giurisprudenza

Nell'ambito di una procedura di concordato preventivo con riserva, il Tribunale di Bari ha statuitoche il termine per fornire integrazioni che viene fissato ai sensi dell'art. 162 L.F. è di natura perentoria e le memorie eventualmente depositate successivamente al suo spirare debbono ritenersi inammissibili



Il contenuto integrale è riservato solo agli utenti abbonati che hanno effettuato la Login.

Accedi

oppure

Abbonati



Chiudi

Gentile Cliente,

Crisi e Risanamento chiuderà come da contratto entro la fine del mese di Ottobre.

Per poter rimanere aggiornato sulle ultime novità in tema di fallimento,
visita il portale di approfondimento ilFallimentarista