SOMMARIO
  • Caso pratico
  • Spiegazioni e conclusioni
  • Normativa
  • Per approfondire

Il Tribunale di Arezzo ha statuito che la sentenza costitutiva di risoluzione del concordato preventivo, in applicazione della regola generale prevista dal c.p.c., non può reputarsi provvisoriamente esecutiva, non trovando applicazione analogica la regola prevista dall'art. 137 L.F. in tema  di concordato fallimentare.



Il contenuto integrale è riservato solo agli utenti abbonati che hanno effettuato la Login.

Accedi

oppure

Abbonati



Chiudi

Gentile Cliente,

per problemi generalizzati sull'infrastruttura di rete del nostro fornitore, si riscontrano malfunzionamenti sui nostri siti web.

 

Ci scusiamo per il disagio.

Giuffrè Francis Lefebvre