Casi pratici
30/07/2021

Dichiarazione di fallimento in pendenza di un concordato preventivo omologato non risolto

di Daniele Portinaro

In presenza di un inadempimento della proposta e di uno stato di insolvenza, come statuito dal Tribunale di Mantova, può essere dichiarato il fallimento di una società il cui concordato preventivo è stato omologato anche in assenza di una previa risoluzione dello stesso ai sensi dell'art. 186 L.F.



29/07/2021

Conversione del fallimento in amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi

di Girolamo Lazoppina

Il fallimento può essere convertito nella procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi solo a seguito di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento ex art. 18 L.F. 

21/07/2021

Natura del credito dell'avvocato che assiste il debitore nella presentazione della domanda di liquidazione del patrimonio

di Valerio Sangiovanni

Il credito dell'avvocato che assiste il debitore nella presentazione di una domanda di liquidazione del patrimonio, ai sensi dell'art. 14 ter L. 3/2012, deve essere ammesso come prededucibile?

14/07/2021

Accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento fra procedure aventi natura concorsuale e “paraconcordataria”

di Monica Pagano

Nell'impianto normativo del nuovo Codice della  Crisi d'Impresa, a ciò che a tutti gli effetti è un “concordato minore” deve ritenersi applicabile per analogia la disciplina delle classi dei creditori del concordato preventivo.

28/07/2021

Concordato preventivo in continuità, sottoscrizione di aumento di capitale da parte di terzi e applicabilità dell'art. 163 bis L.F.

di Lorenzo Rossi

L'art. 163 bis L.F., che prescrive lo svolgimento di procedure competitive per la vendita di beni determinati già oggetto di specifica offerta d'acquisto nell'ambito di un piano di concordato preventivo, come affermato dal Tribunale di Brescia, non trova applicazione nel caso di acquisizione da parte di terzi di quote sociali della società in…

19/07/2021

L'estensione automatica della liquidazione del patrimonio al socio illimitatamente responsabile

di Fabio Cesare, Giovanni Angaroni

La liquidazione del patrimonio di una società di persone si estende ope legis anche al socio illimitatamente responsabile ex art. 14 ter, comma 7 bis, L. 3/2012. Il concorso della persona fisica si apre nel Tribunale dove ha sede la società e non dove risiede il socio.

13/07/2021

Obbligatorietà della difesa tecnica nelle procedure da sovraindebitamento

di Lorenzo Rossi

Nella formazione di uno stato passivo di una liquidazione del patrimonio di cui agli artt. 14 ter ss. L.3/2012, il Tribunale di Mantova ha statuito che, in ragione di diversi indici normativi, primo fra tutti l'assenza di una deroga al principio stabilito dall'art. 82, comma 3, c.p.c., nelle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento non…

22/07/2021

Equiparazione tra liquidazione del patrimonio e fallimento e consecutio tra le due procedure

di Elisa Castagnoli

Il Tribunale di Roma ha statuito che la liquidazione dei beni ex art. 14 ter L. 3/2012, che  deve essere qualificata a tutti gli effetti come procedura concorsuale, può essere equiparata al fallimento sia dal punto di vista strutturale che con riguardo agli effetti che si producono e tra le due procedure in questione si può generare una vera e propria…

16/07/2021

Ammissione al Fondo di garanzia dei clienti delle S.I.M. in liquidazione coatta amministrativa

di Girolamo Lazoppina

I clienti delle società di intermediazione mobiliare in liquidazione coatta amministrativa possono rivolgersi al Fondo di garanzia istituito dalla Legge n. 1/1991 per la tutela dei loro crediti nascenti dai servizi di investimento. La verifica della provenienza dei crediti ammessi al passivo dall'esercizio di tali servizi è di competenza del Fondo…

08/07/2021

Liquidazione del patrimonio e pagamenti che trovano causa in un provvedimento di assegnazione giudiziale antecedente

di Daniele Portinaro

Non possono essere sospesi, ex art. 14 quinquies L. 3/2012, i pagamenti da effettuarsi a causa di un ordine di pagamento (antecedente) di cui all'art. 72 bis d.P.R. 602/1973, dovendosi equiparare quest'ultimo al provvedimento di assegnazione che conclude la procedura esecutiva individuale. Questo quanto statuito dal Tribunale di Mantova nell'esaminare…

Chiudi

Gentile Cliente,

per problemi generalizzati sull'infrastruttura di rete del nostro fornitore, si riscontrano malfunzionamenti sui nostri siti web.

 

Ci scusiamo per il disagio.

Giuffrè Francis Lefebvre